Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

logo Emilia Romagna
logo informagiovani online
Tu sei qui: Portale Emilia-Romagna Viaggiare Cosa mettere in valigia Documenti I documenti per guidare all'estero

I documenti per guidare all'estero

archiviato sotto: ,
2.625

I cittadini che vogliono fare un viaggio all’estero, prima di partire, è consigliabile che si informino sulle normative in materia di codice della strada (patente di guida, trasporti, velocità, pedaggi, sicurezza, ecc.) in vigore nel paese straniero in quanto la materia è di competenza dei singoli paesi e soprattutto modificabile nel tempo.

Viaggiare nei paesi dell'Unione Europea

Il codice stradale in Europa

Ogni Stato membro della UE, applica la propria normativa in materia di codice della strada, pertanto i limiti di velocità e i pedaggi da corrispondere su autostrade e strade statali, la soglia massima di alcool presente nel sangue del guidatore così come le sanzioni sono differenti da paese a paese.

Ovunque sono obbligatorie le cinture di sicurezza, su tutti i veicoli ed è vietato l'utilizzo di telefoni cellulari mentre si guida (solo il alcuni paesi è tollerato l'uso di auricolari).

Il limite massimo di velocità non supera i 130 km all'ora sulle autostrade e i 60 km all'ora nelle zone abitate, con limitazioni relative a condizioni di cattivo tempo o per i neopatentati.

In Gran Bretagna le indicazioni sui massimali sono espresse in miglia (ad esempio il limite di 30 miglia orarie equivale a 48 km orari, 70 miglia a 112 km orari).

In Gran Bretagna, a Cipro, a Malta e in Irlanda la guida è a sinistra.

In Austria, nella Repubblica Ceca, in Ungheria e in Slovacchia infine, i pagamenti dei pedaggi autostradali avvengono tramite il preventivo acquisto e l'esposizione sul veicolo di appositi tagliandi (che in Austria sono chiamati "vignette"), acquistabili presso tutti i punti di frontiera e le stazioni di rifornimento di carburante.

Patente di guida

I cittadini della UE che si spostano in auto all’interno degli Stati dell'Unione Europea con la propria autovettura non devono seguire particolari formalità. La patente di guida (in corso di validità) rilasciata in Italia è riconosciuta in tutti gli Stati membri dell'Unione europea. Lo stesso vale per quei paesi europei che non aderiscono all'UE, ma sono firmatari delle medesime convenzioni internazionali in materia di conduzione di veicoli ratificate dall'Italia (Croazia, Norvegia, Svizzera, Islanda e Turchia).

Assicurazione auto

Le polizze assicurative RCA (responsabilità civile auto) stipulate entro i confini della UE, compreso Islanda, Norvegia e Svizzera, sono riconosciute da tutti gli Stati membri. Il certificato della polizza deve sempre essere portato con sé.

Nel caso si possegga una assicurazione a copertura di tutti i rischi, prima di partire è consigliabile informarsi presso la compagnia assicuratrice se le condizioni di copertura sono ancora valide nel caso di spostamento in un paese diverso da quello di residenza.

In caso di incidente

In caso di incidente all'estero, la normativa che viene applicata è quella Stato in cui è avvenuto il sinistro.

Le compagnie di assicurazioni forniscono un modulo europeo di denuncia di sinistro, è redatto in più lingue e rende più agevole la denuncia.

Nel caso si conosca solo la targa del veicolo che ha causato l’incidente, è possibile contattare l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private (Isvap) che fornisce le informazioni necessarie.

Se il responsabile dell’incidente, non è assicurato o la compagnia assicuratrice non ha un agente mandatario in Italia, è consigliabile rivolgersi al Consap.

Carta verde internazionale

La carta verde internazionale è un documento che estende la copertura assicurativa RCA in oltre quaranta paesi dell'Europa, non è indispensabile ma, in caso di incidente, consente una procedura di risarcimento più agevole in quanto attesta, con riconoscimento internazionale, il possesso di una assicurazione auto.

Conduzione di un'auto di proprietà di terzi

La libertà di circolazione delle persone e delle cose, entro il territorio della UE, ha di fatto abolito la necessità di avere con sé una delega per condurre un’auto non di proprietà. E’ comunque consigliabile portare con sé un'autorizzazione scritta e firmata, in carta semplice, dal proprietario indicato sul certificato di immatricolazione.

Noleggio di automobili

In quasi tutti i paesi, per guidare un’autovettura a noleggio ci sono dei limiti minimi di età, generalmente fissati a 21 anni. In alcuni paesi sono previste ulteriori restrizioni (ad es patente di guida conseguita da almeno due anni).

Dal momento che le regole sono diverse da paese a paese è bene informarsi prima della partenza.

 

Viaggiare fuori dall'Unione Europea

Patente di guida internazionale

La patente di guida italiana è sufficiente per guidare un'autovettura nei paesi europei (membri della UE e non, ad eccezione della Federazione Russa), mentre nella maggior parte dei peasi stranieri, oltre alla patente italiana, è necessaria la patente di guida internazionale.

E’ un documento che traduce i dati del titolare in diverse lingue straniere e viene rilasciato in due modelli:

  • Convenzione di Ginevra 1949 (valido 3 anni)
  • Convenzione di Vienna 1964 (valido 1 anno)

 

La patente internazionale viene rilasciata dall'Ufficio provinciale della Motorizzazione Civile del luogo di residenza del richiedente.

Documenti per la richiesta:

  • compilazione del modulo (disponibile all’Uff. Provinciale della Motorizzazione Civile)
  • versamento della tassa al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
  • marca da bollo
  • 2 foto di cui una autenticata
  • patente di guida in corso di validità

 

Entro una settimana circa, dalla richiesta, viene rilasciata la patente internazionale che ha validità 3 anni. Se la patente italiana ha una validità residua inferiore ai tre anni, la patente internazionale avrà la stessa durata del documento italiano.

 

Alcuni paesi accettano entrambi i modelli, altri solo uno dei due. In Italia è possibile ottenere entrambi i modello di permesso internazionale di guida.

Per conoscere con esattezza il tipo di documento di guida richiesto nel paese straniero, è sempre meglio contattare le autorità consolari prima della partenza oppure consultare il sito www.viaggiaresicuri.it .

 

Assicurazione auto e carta verde internazionale

La carta verde internazionale è un certificato internazionale di assicurazione, obbligatorio per entrare e circolare in alcuni paesi, che estende la copertura assicurativa della polizza RCA (responsabilità civile auto) italiana.

Viene rilasciato gratuitamente dalla propria compagnia di assicurazione oppure, a pagamento, ai posti di frontiera dei paesi nei quali è necessario.

Per chi si reca all'estero con la propria autovettura, è consigliabile sottoscrivere contratti assicurativi che prevedano in loco il soccorso stradale per incidenti o guasti al veicolo, il recupero dell'auto, una vettura in sostituzione, l'invio di pezzi di ricambio e altre garanzie..

Per sapere in quali paesi è richiesta la carta verde, si può consultare il sito www.ucimi.it.

Conduzione di un'auto di proprietà di terzi

Per guidare un’autovettura di proprietà di un’altra persona, è necessario avere la delega del proprietario, su apposito modulo in carta bollata e con firma autenticata del proprietario della vettura.

Noleggio di automobili

Il noleggio di automobili è pressoché ovunque soggetto a limiti di età minima, solitamente fissati a 21 anni.

Il carnet de passage en douane

E' un documento doganale internazionale rilasciato dall'Automobile Club d'Italia (tramite gli Automobile Club Provinciali) e richiesto in diversi paesi del mondo, che autorizza l'importazione temporanea di veicoli (ovvero il loro passaggio) nel territorio del paese straniero, senza dover pagare alcun dazio doganale o imposta commerciale.

L'elenco aggiornato dei paesi dove è obbligatorio è disponibile sul sito dell’ACI.

Pedaggi, contrassegni e zone ecologiche

In alcuni paesi europei ed extraeuropei sono presenti strade o infrastrutture a pedaggio (per esempio in Svizzera, Slovenia, Austria, Polonia, Ungheria, Romania, Repubblica Ceca...). Informazioni sui pedaggi e sui contrassegni, relativi costi, modalità di acquisto e distributori si trovano nel sito www.viaggiaresicuri.it oppure presso gli uffici ACI.

In genere i contrassegni necessari per circolare sulle strade dei paesi, confinanti con l'Italia, sono in vendita in prossimità della frontiera, negli uffici doganali, nelle stazioni di servizio autostradali e presso gli Uffici ACI.

Al fine di ridurre l'inquinamento atmosferico, anche in diverse città europee come in Italia, sono state introdotte delle zone a circolazione limitata. Segnaliamo in particolare che dal 2008 alcune città della Germania (Berlino, Hannover, Colonia...) hanno istituito delle zone ecologiche (“Umweltzone”) accessibili solo ai veicoli muniti di contrassegno per le polveri sottili (“Feinstaubplakette”) richiesto anche a tutte le vetture straniere.

 

Riferimenti utili:

www.viaggiaresicuri.it  - portale del Ministero Affari Esteri in collaborazione con ACI
www.aci.it - portale Automobile Club d'Italia – per informazioni: Ufficio Informazioni Estere ACI tel. 06491115 (attivo 365 giorni l'anno dalle 8.00 alle 20.00) infoturismo@aci.it oppure n. verde 803116 (attivo 365 giorni l'anno, 24 ore su 24)
www.mit.gov.it  - portale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
www.europa.eu/travel/gettingthere/index_it.htm - portale dell’UNIONE EUROPEA "Viaggiare in Europa" - guida pratica per i turisti che viaggiano nella UE a cura della Commissione europea (aggiornato nel 2010).
www.ilportaledellautomobilista.it - portale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
www.ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/transporti_energia/decalogo_viaggiatori_it.htm “Il Decalogo UE dei passeggeri” - documento a cura dell’UE che contiene tutte le raccomandazioni essenziali per la tutela dei diritti dei cittadini nell'Unione europea
www.ec.europa.eu/transport/road_safety/index_it.htm -portale della Commissione Europea sulla sicurezza stradale
www.ucimi.it - portale UCIMI - Ufficio Centrale Italiano per l'associazione europea degli assicuratori per la Carta Verde
www.isvap.it portale ISVAP - Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo
www.consap.it - portale CONSAP - Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici

Aggiornato al 04/06/2015
Consulta le informazioni nei territori provinciali
folder_provincia.gif Ferrara (6)
folder_provincia.gif Forli-Cesena (1)
folder_provincia.gif Reggio Emilia (3)
folder_provincia.gif Rimini (4)